Blitz negli edifici abbandonati di Marghera: continuano gli sgomberi

Diversi interventi della polizia municipale negli ultimi due giorni. Tre persone denunciate

Continuano gli sgomberi in terraferma. Nei giorni scorsi la polizia municipale ha compiuto un blitz a Marghera, in due stabili abbandonati di via Rizzardi che da tempo sono frequentati da tossicodipendenti e spacciatori. Grazie alla collaborazione dei proprietari degli edifici è stata ripulita l'area del giardino, sfruttata come nascondiglio per individui potenzialmente problematici - spiega il commissario capo Gianni Franzoi, responsabile del Servizio di Sicurezza urbana - Una volta terminati i lavori di pulizia di Veritas saranno chiusi gli accessi con mattoni". Tutta la zona nell'ultima settimana è stata interessata da incessanti sopralluoghi, due al giorno. Nel corso di quest'ultimi tre persone, una di nazionalità italiana, una marocchina e una nigeriana, sono state denunciate per violazione di domicilio.

Il secondo intervento, nell'ambito degli sgomberi bisettimanali inseriti nel progetto "Oculus Plus", ha riguardato l'area "Fondo Lucrezio" a ridosso dell'area ferroviaria Co.Ra.Fer.: in accordo con la proprietà sono stati rimossi indumenti, materassi, coperte e tende lasciati da senzatetto di origine romena, i cosiddetti "barbanera". "Il tutto si presentava in condizioni igieniche assolutamente critiche", sottolinea il commissario capo Franzoi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento