Sgomberate 7 baracche a Marghera, erano occupate da portabagagli abusivi

L'operazione della polizia locale ieri mattina in via Banchina dell'Azoto. Deferito all'autorità giudiziaria un cittadino di nazionalità romena

L'area era occupata da tempo da alcuni cittadini romeni, dediti all'attività di portabagagli abusivi nelle stazioni di Mestre e Venezia. Quando ieri mattina gli agenti della polizia locale di Venezia sono intervenuti in via Banchina dell'Azoto a Marghera per procedere allo sgombero, ne hanno trovato uno all'interno di una baracca. Identificato, è stato poi deferito all'autorità giudiziaria. L'operazione rientra nell'ambito dei programmi Oculus e Oculus Plus.

La denuncia dell'autorità portuale

A denunciare l'occupazione, di proprietà demaniale, era stata l'Autorità portuale per garantire la sicurezza dei raccordi ferroviari adiacenti. È stata la stessa Autorità a mettere a disposizione uomini e mezzi per abbattere sette baracche e due tende macilente. Oltre che per asportare tutto il materiale da bivacco accumulato nella zona. Dopo il necessario repulisti, l'area è stata messa in sicurezza con l'installazione di una rete lungo tutta la sua perimetrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento