rotate-mobile
Cronaca Marghera / Via della Pila

Tra Mestre e Marghera i luoghi simbolo del degrado "resistono"

Dopo lo sgombero dei barbanera in via Ca' Marcello ora toccherà a via della Pila. Ma dopo pochi giorni gli accattoni tornano dov'erano

Come svuotare il mare con un secchio bucato. Questa la sensazione quando i residenti della terraferma veneziana segnalano la necessità di cancellare il degrado attraverso sgomberi e retate. Le segnalazioni si moltiplicano a macchia di leopardo. Dopo pochi giorni gli accampamenti di fortuna dei barbanera tornano nell'identica posizione di prima. Sotto il cavalcavia di via della Pila a Marghera, per esempio, dove tra rapporti sessuali in bella vista, sporcizia, bottiglie di birra, bisognini in ogni dove e spesso e sovente atteggiamenti minacciosi nei confronti di passanti.

IL DEGRADO IN VIA DELLA PILA: VIDEO 1

LA PETIZIONE DI UN CITTADINO

Petizioni e raccolte firme. Ma gli sgomberi, evidentemente, servono solo a spostare un po' più in là nel tempo il problema. Sono necessari naturlamente, se non altro dal punto di vista igienico. La prossima settimana, dopo lo sgombero di venerdì scorso in via Ca' Marcello, potrebbe toccare ancora una volta a via della Pila assistere all'arrivo degli agenti della polizia municipale e dei commissariati per identificare e far sloggiare gli occupanti abusivi.

IL RITORNO DEI SENZATETTO DOPO POCHE ORE - VD 2

Dopo alcuni giorni, però, almeno basandosi su quanto accaduto in passato, tutto potrebbe tornare come prima. Nel progetto "Oculus" redatto dal Comune ci sono diverse decine di luoghi sensibili da monitorare, tra cui la rampa di via del Commercio, il cavalcavia di via della Libertà dalla parte del Troso, i siti industriali abbandonati di via delle Macchine e di via dell'Elettricità a Marghera.

NEL SOTTOPASSO INTANTO CI SI PREPARA IL "BUCO"

Il problema degli accattoni violenti, poi, fa il paio con la situazione in cui versano alcune "storiche" strade mestrine in fatto di problemi connessi alla criminalità. In via Piave, per esempio, come riporta il Gazzettino, già alle 14 si possono vedere alcune prostitute iniziare a "lavorare" nella zona dei giardinetti. Controllati a vista da alcuni balordi che intendono tenere sotto controllo quella porzione di strada. Gli stessi giardinetti dove poi la sera arrivano anche i barbanera a bivaccare, lasciando sporcizia e degrado tutt'intorno.

IL RITORNO DEL DEGRADO IN VIA DELLA PILA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Mestre e Marghera i luoghi simbolo del degrado "resistono"

VeneziaToday è in caricamento