Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Natale e Capodanno in sicurezza: controlli e barriere a Mestre, fuochi allontanati a Venezia

Predisposti i piani anti-terrorismo del comitato per l'ordine e la sicurezza. Massima attenzione soprattutto agli attacchi dalla strada, misure intensificate anche a Jesolo

Che festa sia, ma con gli occhi aperti per prevenire i rischi, soprattutto quelli legati ad eventuali attentati terroristici. Per Venezia, Mestre e provincia sono in fase di elaborazione piani di sicurezza che dovranno garantire lo svolgimento del Natale e del Capodanno limitando il più possibile il pericolo di attacchi, magari con le modalità viste a Berlino. Quindi fioriere e barriere sulla terraferma, percorsi di emergenza a Jesolo, fuochi d'artificio collocati a distanza a Venezia. A stabilire le misure preventive - come riporta Il Corriere del Veneto - è stato il comitato per l'ordine e la sicurezza indetto lunedì con la partecipazione del prefetto e del questore.

Blocchi a Mestre

A Mestre vanno protetti i mercatini del centro e in generale le aree dello shopping natalizio. Difficile entrare con un furgone in piazza Ferretto, ma restano da mettere in sicurezza corso del Popolo e la zona di piazza XXVII Ottobre: saranno probabilmente installate fioriere e blocchi anti-terrorismo sia sul lato del centro commerciale Le Barche, sia in piazzale Cialdini e via San Pio X. Sempre facendo attenzione a non intralciare l'intervento di pompieri e ambulanze in caso di necessità.

Venezia, fuochi più distanti

A Venezia le aree più popolate sono già state oggetto di accurati piani di sicurezza attivati in occasione dei grandi eventi svoltisi nei mesi scorsi: Carnevale, Redentore, Biennale e Mostra del Cinema. Restano le barriere nel punto di accesso veicolare alla città, piazzale Roma, con i militari in presidio costante. Come negli ultimi anni la notte di Capodanno non ci sarà festa in piazza San Marco: lo spettacolo pirotecnico è stato allontanato dal Bacino e il punto con maggiore visibilità è riva degli Schiavoni, considerato che i pontoni da cui vengono sparati i fuochi saranno spostati ancora più in là rispetto al 2016, verso l'isola di San Servolo.

Zone rosse a Jesolo

Pure a Jesolo si è deciso di aumentare l'investimento in sicurezza. Sono tre le aree a cui sarà dedicata particolare attenzione: piazza Mazzini con la mostra-mercato del cioccolato, il Christmas village e il Sand village con la tensostruttura. Previsti dissuasori di velocità e maggiori controlli, oltre a steward incaricati di informare i visitatori e percorsi colorati di rosso e verde con segnaletica apposita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale e Capodanno in sicurezza: controlli e barriere a Mestre, fuochi allontanati a Venezia

VeneziaToday è in caricamento