menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confcommercio: "Sicurezza a rischio, contro ladri in negozi e ristoranti servono più agenti"

Il presidente di San Donà-Jesolo interviene dopo i recenti episodi di furto nelle attività commerciali. "Rinforzi, maggiore presenza delle forze dell'ordine e certezza della pena"

"Rinforzi, maggiore presenza delle forze dell'ordine e certezza della pena. E agli organi competenti dico: basta con questo immobilismo in tema di sicurezza". È l'appello di Angelo Faloppa, presidente di Confcommercio San Donà-Jesolo, intervenuto dopo le segnalazioni degli ultimi episodi di furto ai danni di attività commerciali (ladri in un ristorante, a frugare tra le borse delle clienti, ladruncole in un negozio del centro).

"Purtroppo la situazione sta peggiorando - sottolinea - come dimostrano gli episodi, soprattutto in questo periodo di festività. Privati ed imprenditori sono esasperati. Non vogliamo creare allarmismi, ma solo evidenziare uno stato reale delle cose. Così com'è evidente che la sicurezza non si può ridurre ad una questione di numeri e statistiche; la percezione della sicurezza è fortemente minata da tutto quello che sta succedendo".

Faloppa chiede consapevolezza, da parte degli organi competenti, di quanto sta accadendo, prendendo decisioni conseguenti. "Non so se sia giusto arrivare alla presenza dell'esercito come a Milano e come richiesto nei giorni scorsi anche a San Donà, di certo serve un aumento delle unità delle forze dell'ordine e, di conseguenza, una maggiore presenza delle stesse e della Polizia locale a piedi in centro, anche come azione deterrente. E finalmente si aggiunga una pattuglia dei vigili di sera, dotandoli dell'armamento, come ormai hanno tutti i corpi delle cittadine limitrofe".

Infine il capitolo sulle pene inflitte ai criminali. "Grande è il lavoro svolto forze dell'ordine quotidianamente (e per questo le ringraziamo), però i loro sforzi sono spesso resi vani da una legge che considererei inadeguata perchè consente ai malviventi di essere rimessi in libertà subito dopo essere stati presi. Mortificante per le forze dell'ordine e per i cittadini che sono costretti ad assistere inermi. Quindi, per l'ennesima volta chiedo la certezza della pena, perchè qualsiasi azione per contrastare la criminalità rischia di essere resa vana". Faloppa chiude con un appello. "Dico a tutti gli organi competenti, a tutti coloro che ricoprono un ruolo amministrativo e decisionale, ad ogni livello: basta con questo immobilismo. Bisogna intervenire, altrimenti la situazione peggiorerà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento