rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca

Sicurezza e criminalità: in provincia aumentano i furti, calano le rapine

Secondo i dati diffusi dal questore, in ogni caso, risulta essenziale il lavoro di prevenzione portato avanti dalle forze dell'ordine

Si torna a parlare di sicurezza pubblica in provincia: il prefetto ha presieduto giovedì una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, dedicata al litorale e all’entroterra del Nord-Est, in vista di un suo prossimo intervento alla seduta della conferenza dei sindaci della Venezia Orientale, su espresso invito del presidente. Dall’analisi dei dati sull’andamento della criminalità nell’area interessata, è emerso che nel corso del 2013, rispetto all’anno precedente, c’è stato un incremento dei reati predatori ed in particolare di alcune voci dei furti, pari al 10,80%, mentre sono notevolmente diminuite le rapine (-11,84%), a fronte comunque di indici di delittuosità inferiori alla media provinciale.

PREVENIRE E INTERVENIRE – Secondo i dati delle autorità ci sarebbe stata una forte azione di prevenzione e di controllo del territorio, con la denuncia di 1968 persone e 2074 servizi integrati da parte delle forze dell’ordine, con il supporto del reparto speciale di Prevenzione e del battaglione dei carabinieri. In prospettiva, allo scopo di attuare un sistema integrato di prevenzione, già a partire dalle prossime settimane verrà sviluppata una intensa azione di informazione e di sensibilizzazione sul territorio, attraverso l’organizzazione di incontri pubblici con i cittadini, a cura dei sindaci dei Comuni interessati, ai quali parteciperanno qualificati rappresentanti delle autorità per rafforzare ulteriormente, in un quadro di sicurezza partecipata, quel rapporto di collaborazione, indispensabile ad assicurare il tempestivo intervento operativo delle forze di polizia. Per quanto riguarda, invece, l’attività di controllo e di vigilanza, si è concordato di implementare i servizi, garantendo una maggiore e più visibile presenza delle forze dell’ordine, quale segnale di risposta concreta alla domanda di sicurezza dei cittadini, soprattutto nelle zone nelle quali sono state individuate le maggiori criticità. Il quadro complessivo dell’andamento della delittuosità nei singoli Comuni del Veneto Orientale verrà fornito dal Prefetto, nell’ambito della prossima conferenza dei Sindaci, che costituirà sicuramente utile occasione per ascoltare le esigenze del territorio ed accogliere eventuali proposte atte ad affinare e migliorare le strategie operative degli interventi, con il prezioso supporto delle polizie locali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e criminalità: in provincia aumentano i furti, calano le rapine

VeneziaToday è in caricamento