"Sicuritalia sigla a Venezia un nuovo accordo di welfare con i sindacati"

L’accordo, sottoscritto con le sezioni provinciali di CGIL, CISL, UIL e UGL in importanti città italiane (Milano, Roma, Torino, Venezia, Varese e Como) coinvolge 1842 lavoratori. Sicuritalia diventa così il primo istituto di vigilanza privata in Italia a sottoscrivere un accordo di welfare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo: 

"Sicuritalia è il primo istituto di vigilanza privata a sottoscrivere un nuovo accordo di welfare. L’accordo destinato ad una platea potenziale di 1842 lavoratori è stato sottoscritto nelle principali città italiane: Milano, Roma, Torino, Venezia, Varese e Como, sulla base di accordi sindacali locali che vedono impegnate le sezioni provinciali di CGIL, CISL, UIL e UGL. Grazie a questo accordo le guardie giurate Sicuritalia, potranno scegliere su base totalmente volontaria se continuare a percepire l’importo lordo dei propri premi di produzione o se destinare lo stesso per i servizi inseriti nel piano di welfare appena siglato. Il premio di produzione, che ha valore medio nazionale superiore a 500 euro, potrà essere quindi impiegato per attività inerenti a molteplici ambiti: fondo previdenziale, servizi sanitari, rimborso spese scolastiche, baby-sitter e assistenza agli anziani, benessere, intrattenimento, cultura, buoni acquisto ecc. Con questa modalità potrà inoltre essere usufruito per il suo valore netto. “Sono orgoglioso di affermare che Sicuritalia è il primo istituto di vigilanza privata a siglare un accordo di welfare – ha dichiarato Lorenzo Manca, Presidente e AD di Sicuritalia – che rappresenta un piccolo-grande segnale di disponibilità dell’azienda nei confronti circa duemila lavoratori in vista delle festività natalizie. Le nostre guardie giurate – ha concluso Manca – potranno scegliere, infatti, di valorizzare al meglio i meritati premi di produzione mediante l’erogazione di servizi fondamentali dedicati alla salute, alla cultura e allo svago”. “In un momento di stallo nelle trattative di rinnovo del contratto nazionale di vigilanza privata, la sottoscrizione di questo accordo di welfare assume ancora più valore – ha aggiunto Andrea Anghileri, responsabile Relazioni Sindacali di Sicuritalia – e testimonia l’attenzione dell’azienda alle esigenze dei lavoratori e al costante confronto con le Parti Sociali. L’auspicio – continua Anghileri – è di estendere tale accordo a tutte le altre province in cui operiamo”".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento