Cronaca Chirignago / Via Asseggiano

Gazzera, a spasso per le vie del rio Dosa muniti di audioguide

L'appuntamento è sabato 8 giugno, alle ore 10, alla Gazzera con l'esperienza di Silent Play che coinvolgerà gli studenti del secondo anno del corso di laurea per Educatori sociali e i cittadini

Giovani studenti a passeggio con audioguide (foto web)

Cuffiette nelle orecchie e audioguide e passeggiata di un'ora lungo le vie dove sorgeva il rio Dosa. Sarà un modo diverso per conoscere il territorio nel quale si vive o si studia. L'appuntamento è sabato 8 giugno, alle ore 10, alla Gazzera, con l'iniziativa “Un altro sguardo”, un'esperienza di Silent Play che coinvolgerà gli studenti del secondo anno del corso di laurea per Educatori sociali di Iusve, l'università salesiana di Venezia, e le altre persone del territorio. I partecipanti compiranno una camminata tra racconti d'altri tempi e voci di oggi, incontri speciali e piccole soprese. La Gazzera diventerà così un grande teatro urbano-laboratorio dell'immaginario.

L'intuizione nasce dall'incontro della docente di Iusve Lucia Ferraro (Progettazione di nuovi linguaggi educativi) con gli attori registi Matteo Balbo e Carlo Presotto della compagnia teatrale “La Piccionaia” di Vicenza. Il “Silent play” è una modalità già sperimentata in altri contesti urbani di scoperta e interazione con il territorio. Così gli studenti del secondo anno della facoltà di Educatore sociale desiderano esplorare e far sperimentare, spiega Lucia Ferraro, "un nuovo modo per guardare alle storie e alle persone che abitano un territorio. L'educatore sociale è una figura cui è richiesto di incontrare la vita e le persone con una particolare competenza e una singolare profondità di sguardo. Il Silent rappresenta una modalità innovativa per produrre ricerca, incontro, conoscenza". Gli studenti hanno messo alla prova queste abilità organizzando l'evento e proponendolo agli altri. Per partecipare al "Silent Gazzera 2013" di sabato 8 giugno l'appuntamento è alle 10 nel parcheggio di via Asseggiano, all'angolo di via Urbani, di fronte alla casa di riposo. Per motivi organizzativi è necessario inviare un'e-mail con le proprie generalità all'indirizzo: ped@iusve.it. Il numero dei posti disponibili è limitato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gazzera, a spasso per le vie del rio Dosa muniti di audioguide

VeneziaToday è in caricamento