menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Nicola Zuliani

Foto Nicola Zuliani

Sul futuro di Porto Marghera pesa l'incognita Grandi Navi, Brugnaro: "C'è spazio per tutti"

Il segretario Filctem Cgil, Riccardo Colletti: "Come potranno coesistere turismo e impresa?". Il primo cittadino risponde a distanza: "Non accadrà che un'attività sopppianterà un'altra"

Nel giorno della riaccensione del forno primario dello stabilimento Pilkington di Porto Marghera, torna a concentrarsi l'attenzione sul futuro prossimo dell'area industriale, su cui insistono vari punti interrogativi. Tra questi anche il futuro possibile transito di navi da crociera di dimensioni superiori rispetto a quelle che approderanno in Marittima. Tutto è in mano al governo, che a breve dovrebbe decidere, ma tutto porta a pensare che il canale dei Petroli nei prossimi anni possa essere interessato da un traffico di tipo turistico e uno di tipo industriale.

"Turismo e imprese, possibile coesistere?"

Una commistione che ha indotto i sindacati, a più riprese, a chiedere rassicurazioni: "La questione grandi navi va ragionata per bene, a tavolino - ha dichiarato a margine della cerimonia alla Pilkington il segretario Filctem Cgil, Riccardo Colletti - Bisogna capire innanzitutto dove sarà situata questa nuova struttura che ospiterà le imbarcazioni. Ma il fatto stesso che navi di quelle dimensioni occupano un canale navigabile potrebbe mettere a rischio l'organizzazione logistica delle varie imprese che hanno investito qui. Noi - ha concluso - non capiamo come possano coesistere turismo e impresa. Qui ci sono vincoli ambientali che devono rispettare tutti, anche le grandi navi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Brugnaro: "Mi faccio garante, nessuno se ne andrà"

Pochi minuti dopo è giunta una replica a distanza da parte del sindaco Luigi Brugnaro: "Non ci saranno sovrapposizioni su nulla - ha dichiarato sul palco - Mi faccio garante su questo, non potrà accadere che un'attività economica sopravanzi un'altra. Noi non vogliamo mandare via nessuno". A margine il primo cittadino è entrato maggiormente nel dettaglio: "Non vogliamo mandare via nessuno da qui, perché c'è spazio per tutti - ha spiegato - Ci saranno il terziario avanzato assieme alla manifattura, le grandi navi assieme all'attività portuale. Ci sarà una zonizzazione che i cittadini hanno votato attraverso le elezioni amministrative, e quella il governo deve portare avanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento