menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suonano sirene alla raffineria Eni di Porto Marghera, falso allarme

Preoccupazione lunedì per il segnale di emergenza dello stabilimento. Non è stata riscontrata alcuna anomalia agli impianti, forse un guasto

Quelle sirene avevano destato una certa preoccupazione tra i residenti, riversatasi come spesso accade in questi casi sui social network. Verso le 9 di lunedì mattina, infatti, sono state udite distintamente le sirene d'emergenza dello stabilimento Eni di Porto Marghera.

Si è trattato del classico avvertimento a sei suoni, che indica un possibile problema all'impianto. Subito però i responsabili della raffineria hanno comunicato a istituzioni e forze di soccorso che si era trattato di un falso allame: "Nel corso della mattinata, per due volte, si è attivato intempestivamente, per un falso allarme, il segnale acustico a sirena delle grandi emergenze di raffineria (6 suoni)", ha dichiarato il gruppo petrolifero.

I controlli successivi, però, non hanno riscontrato nulla di preoccupante o fuori norma nel funzionamento degli impianti: "E' in corso la ricerca dela causa tecnica che ha provocato il falso allarme", conclude la nota. Non la prima volta che nell'area di Marghera scattano le sirene senza motivo: il 19 ottobre scorso si verificò lo stesso imprevisto, sempre nella raffineria Eni. Dopo l'intervento di vigili del fuoco e forze dell'ordine, tutto era rientrato alla normalità in poco tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento