rotate-mobile
Cronaca

Database sui bolli fermo per due mesi, possibile caos dal 20 maggio

Avviso dalla Regione per la migrazione di alcuni dati: avvisi di accertamento e istanze di rimborso o compensazione saranno temporanemaente sospese

Nell'ottica del miglioramento della gestione informatica delle tasse automobilistiche e dell'efficienza dei rapporti tra Amministrazione e cittadini, la Regione Veneto migrerà i dati attualmente presenti nell'archivio regionale dei bolli auto a una nuova piattaforma tecnologica. Per consentire la migrazione dei dati, sarà eseguito un fermo attività del sistema gestionale informatico attualmente in uso, della durata di circa due mesi a partire dal 20 maggio 2013, in coincidenza con l'avvio operativo del nuovo sistema gestionale.

I cittadini potranno usufruire di un'assistenza soltanto parziale dagli operatori del bollo (agenzie di pratiche auto, call center e Regione), per cui le pratiche che prevedono nel periodo indicato la variazione dei dati in archivio (pagamenti, dati tecnici, proprietà, ecc.), la gestione di avvisi di accertamento o l'inserimento di istanze di rimborso o compensazione, dovranno considerarsi temporaneamente sospese per poi essere riprese nel nuovo gestionale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Database sui bolli fermo per due mesi, possibile caos dal 20 maggio

VeneziaToday è in caricamento