menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dipendenti comunali, sindacati: "Valutazioni amministrative false". La protesta continua

L'attacco delle sigle Rsu, Cgil, Uil, Csa, Diccap e Cobas "al concetto di meritocrazia del sindaco Brugnaro" continua: "ai dipendenti assegnati valori illegittimi e irregolari"

Non demorde la critica feroce delle sigle sindacali Rsu, Cgil, Uil, Csa, Diccap e Cobas al sistema di valutazione dei dipendenti comunali adottato dall'amministrazione del sindaco Luigi Brugnaro.

"Come già affermato all’ultimo tavolo di trattativa - scrivono i sindacati - si sta agendo contro le regole e i contratti. Con le schede visionabili su 'Altana' da martedì sui profili personali nell'anno 2016, si vuole trovare una via d’uscita all’incapacità gestionale di questa amministrazione e alle gravi mancanze della struttura gerarchica. Consideriamo inaccettabile e vergognoso che i dirigenti si stiano prestando ad umiliare in questo modo i lavoratori del Comune".

Queste valutazioni sono, secondo le sigle rappresentative dei dipendenti di Ca' Farsetti: "palesemente illegittime e false. Si sta procedendo ad una deliberata discriminazione e punizione dei lavoratori del Comune solo per riaffermare le frottole raccontate dal sindaco sulla valutazione 'meritocratica'. Si sta arrivando addirittura a modificare il software per legittimare l'accettazione della valutazione attraverso la presa visione, che fa decorrere i termine del ricorso".

I sindacati promettono di far avere "a tutti i lavoratori un modulo per contestare le valutazioni ricevute. Contemporaneamente metteremo a disposizione un legale per fare una causa collettiva contro questo scempio e fermare le scelte scellerate di questo sindaco". Questo sistema, scrivono le sigle: "rappresenta un vero e proprio inganno sulle spalle dei lavoratori con l’utilizzo del fondo contrattuale sulla base degli interessi dell’amministrazione e non del buon andamento dell'istituzione locale in questione". Fissato poi un appuntamento per il proseguimento della contestazione: la "mobilitazione il primo aprile al Palaplip di Mestre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento