Skimmer ai bancomat degli aeroporti per clonare le carte dei turisti: due in arresto

Operazione della polizia di frontiera di Roma: la coppia avrebbe messo a segno colpi in varie città, Venezia compresa, riuscendo a impossessarsi dei dati di migliaia di carte di credito

Dispositivi elettronici allo sportello bancomat per carpire i pin delle carte di credito. Un sistema collaudato che stavolta è stato utilizzato all'aeroporto di Venezia, oltre che in altri scali italiani. Due cittadini bulgari (entrambi con precedenti) sono stati arrestati nei giorni scorsi dalla polizia di frontiera di Roma per alcuni colpi messi a segno a Fiumicino, Malpensa e al Marco Polo. In tutto sarebbero migliaia i codici illecitamente acquisiti. A quanto accertato, i due riuscivano a installare sofisticate apparecchiature artigianali sulle casse bancomat, riuscendo a captare sia la sequenza numerica segreta digitata dall'ignaro passeggero, sia i codici presenti sulla banda magnetica inserita nello sportello.

Screenshot-2018-5-29 Polizia di Stato ( poliziadistato) Twitter(1)-2

Sorpresi in flagrante

Sceglievano i bancomat ubicati nella zona arrivi dello scalo aeroportuale in modo tale da poter acquisire prevalentemente i dati di stranieri di passaggio in Italia, approfittando quindi della loro assenza da casa per prosciugare i conti correnti prima che potessero accorgersene. Al culmine delle indagini, lo scorso 17 maggio, gli uomini della polizia giudiziaria dell'aeroporto di Fiumicino, dopo prolungati appostamenti, li hanno individuati mentre ritiravano lo skimmer posizionato sul bancomat qualche giorno prima.

Perquisizione

Così li hanno seguiti fino alla loro abitazione dove è scattato il blitz. Sequestrati centinaia di supporti informatici con i dati sensibili di migliaia di passeggeri. La polizia rende noto che probabilmente l’arresto è arrivato prima che i due criminali potessero utilizzare i dati in loro possesso, che avrebbero potuto fruttare diversi milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: altri due al Civile di Venezia. Aggiornamenti

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

  • Coronavirus, attenzione al massimo in Veneto. Zaia: «Pronti a misure drastiche»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento