menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malviventi in azione: altro skimmer sopra i bancomat della stazione

A scovare l'ennesimo marchingegno per carpire i pin delle carte di credito è stata la polfer. A tradire i furfanti la tastiera "posticcia"

Bancomat della stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia ancora nel mirino dei delinquenti. Solo pochi giorni fa, infatti, gli agenti della polizia ferroviaria avevano scovato uno skimmer, un marchingegno utilizzato dai malviventi per carpire i codici delle tessere magnetiche e clonare così le carte di credito di turisti e viaggiatori.

Naturale che sportelli automatici situati in un punto di intenso passaggio come lo scalo di Santa Lucia facciano gola ai ladri. A dimostrazione di ciò, infatti, martedì mattina la polizia ferroviaria ha individuato un altro skimmer: a mettere in allerta gli agenti è stata una tastiera stranamente "oscillante". Si trattava proprio dei tasti pigiati dai correntisti per comporre il pin di sicurezza e poi prelevare. I controlli delle forze dell'ordine hanno portato a scoprire un pezzo praticamente identico all'originale. Era stato semplicemente incollato sopra, in modo da fornire tutti i dati riservati ai malviventi, che avevano posizionato anche un minuscolo skimmer in corrispondenza della fessura di inserimento del bancomat.

La polfer ora sta effettuando accertamenti sul sistema di videosorveglianza per cercare di capire quando e chi abbia posizionato il marchingegno in corrispondenza dello sportello automatico. Una settimana fa l'attenzione di un turista anche in quel caso era caduta sulla fessura di inserimento delle carte di credito, permettendo alle forze dell'ordine di sequestrare un pannello identico a quello "vero".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento