Skimmer sul bancomat per clonare le carte: sequestrato

La polizia insieme a una guardia giurata l'ha trovato a Venezia in uno sportello Atm

Il materiale sequestrato

Stava prelevando e si è accorto che lo sportello non funzionava. Ha chiamato una guardia giurata che si trovava nelle vicinanze e che, controllandolo, ha scoperto che era stato piazzato uno Skimmer, uno di quegli apparecchi che vengono posizionati per manomettere il bancomat. Il vigilante ha avvisato subito la polizia che, poco dopo, lo ha rimosso. 

Un pannello sopra il monitor

Il dispositivo è stato trovato venerdì all'ora di pranzo a Cannaregio, in uno sportello Atm. Gli agenti della squadra volanti hanno ricevuto dalla guardia giurata lo skimmer. Il vigilante, insieme a un tecnico, aveva notato un pannello posto sopra il monitor del bancomat che era stato fissato tramite quattro magneti, al cui interno c'era una scheda di memoria ed un apparato videoregistrante. I poliziotti hanno proceduto quindi al controllo del locale macchine del bancomat, subito dietro al terminale all’interno del quale è stato trovato un apparecchio lettore di bande magnetiche. Il tutto è stato sequestrato. 

I consigli della polizia

In previsione del grande afflusso di persone che arriveranno a Venezia in occasione dei festeggiamenti del Carnevale la polizia consiglia di prestare attenzione alle operazioni agli sportelli bancomat. Nello specifico, è necessario osservare l'apparecchiatura alla ricerca di anomalie e modifiche, per esempio sulla verticale o diagonale della tastiera potrebbe esserci una microtelecamera. Controllare se la fessura in cui si inserisce la tessera è ben fissa. Se si muove o si stacca potrebbe significare che è stata coperta con uno skimmer. Verificare se anche la tastiera è ben fissa. Spesso i malfattori sovrappongono una loro tastiera per catturare il codice pin. In questo caso c'è un gradino di un paio di millimetri. Nel caso di dubbi non introdurre la tessera, allontanarsi e chiamare le forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Carte false per mantenere in famiglia la licenza di taxi acqueo: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento