menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A gennaio con i vecchi pedaggi Slittano le nuove tariffe sull'A4

Ancora nessuna notizia da Roma, difficile che con il 2014 possano subito scattare le nuove tariffe sulla Mestre-Padova. Ecco cosa cambierebbe

Un ulteriore slittamento per i nuovi pedaggi sulla Mestre-Padova? Pare proprio che Cav e Ministero dei Trasporti stiano andando in questa direzione. Alla fine dell’anno mancano solo dieci giorni, ma i Comuni non hanno ancora ricevuto notizie sull’applicazione delle nuove tariffe a partire dal 1.gennaio. Giorno dopo giorno, dunque, cresce la possibilità che con il nuovo anno resti tutto come prima. Eppure nei mesi scorsi si è parlato tanto delle questione: la concessionaria autostradale Cav ha inoltrato il proprio piano tariffario al Ministero ma pare che da Roma non sia ancora arrivato il via libera definitivo. Per la gioia di tanti pendolari che temevano la “stangata”.

In questa situazione ad essere realmente penalizzati sono i residenti miranesi della frazione di Vetrego: un anno fa hanno bloccato la rotonda d’immissione al casello per protestare contro i quotidiani intasamenti alle porte del paese, se da gennaio la situazione non cambierà sono pronti a scendere nuovamente in strada. A Vetrego le nuove tariffe sono infatti attese da tempo.

Cosa cambierebbe? Il piano di Cav è ormai noto, negli ultimi mesi è stato illustrato prima ai sindaci di Miranese e Riviera e poi ad un comitato di residenti di Vetrego.  Mirano-Mestre resterebbe gratuita. Mestre-Padova est e Mirano-Padova est verrebbero uniformate a 2.70 euro, con sconto di 1.10 euro ai pendolari di Mirano, Dolo, Pianiga, Mira e Spinea. In questo modo verrebbe resa inutile l’ormai nota “manovra del tornello”: molti pendolari della Mestre-Padova da anni escono e rientrano a Mirano per godere della tratta gratuita tra Mestre e Mirano. Una manovra assolutamente legittima che però provoca pesanti ingorghi ogni giorno a Vetrego. Ecco perché i vetreghesi attendono con ansia le nuove tariffe.

Eppure nell’iter burocratico qualcosa si è inceppato. Lo slittamento non è ancora ufficiale, ma più passano le ore e più diventa probabile: a dieci giorni da capodanno, con le festività natalizie in mezzo, appare improbabile che Cav possa lanciare un’adeguata campagna informativa sulle nuove tariffe. Tutto resta come prima, ma occhio alla miccia del malumore che cova a Vetrego. Presto potrebbe esplodere in una nuova protesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento