menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coppia veneziana dispersa sui monti di notte: salvati a 1500 metri

Disavventura per due escursionisti di Portogruaro, si trovavano a Erto e Casso quando hanno perso il sentiero. È intervenuto il soccorso alpino di Longarone

Escono per l'escursione, si trovano in difficoltà mentre si fa buio e sono costretti a chiamare i soccorsi. Non è stata una ricerca semplice, quella attivata nella serata di giovedì dal soccorso alpino di Longarone. L'allarme è scattato intorno alle 19 per una coppia che in quel momento si trovava sopra l'abitato di Casso: i due, di Portogruaro, dopo essere salita fino ai Libri di San Daniele avevano preso il Trui de Donè per scendere verso Casso, ma, persa la traccia, erano finiti incrodati tra cespugli di mugo, incapaci di orientarsi.

A quel punto si sono messi in contatto telefonico con i soccorritori, ma non sono stati in grado di dare informazioni precise sul luogo in cui erano bloccati. Riuscita tramite la centrale operativa del Suem a risalire alle coordinate gps, la squadra si è avvicinata al luogo dove doveva trovarsi la coppia, che nel frattempo però si era spostata. Fortunatamente i due dopo un po' hanno risposto ai richiami dei soccorritori, che sono riusciti a individuarli e a raggiungerli, dopo un'ora e mezza circa a piedi, non distante dai ruderi di Casera Tamer, sotto il Monte Borgà, a un'altitudine di 1.500 metri. I due escursionisti, che stanno bene, malgrado la stanchezza, sono poi scesi assieme ai soccorritori verso il rifugio Cava Buscada, da dove hanno proseguito in jeep lungo la Val Zemola, fino all'abitato di Erto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento