Si infortuna all'attacco della ferrata, veneziano soccorso in quota a 2.670 metri

È successo oggi attorno alle 12. Il malcapitato è stato condotto all'ospedale di Agordo per essere sottoposto ai controlli del caso

Ha messo male un piede all'attacco della Ferrata Tissi sul Monte Civetta, riportando un sospetto trauma alla caviglia. Disavventura alle 12 di oggi per un giovane veneziano, M.S. di 21 anni, soccorso a 2.670 metri di quota dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore.

Il soccorso in quota

L'elicottero, dopo aver individuato il malcapitato e l'amico con il quale si stava dirigendo al rifugio Torrani dove avrebbero dovuto pernottare, ha recuperato entrambi, in due rotazioni. Imbarcati dal tecnico di elisoccorso con un verricello di 40 metri, i due sono stati trasportati all'ospedale di Agordo dove l'infortunato è stato sottoposto alle cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento