Turisti sordi, sul litorale un servizio di video interpretariato online per i pazienti

Da agosto nel Veneto orientale è disponibile Veasyit Live!, innovativo servizio che sarà sfruttato a Jesolo, Caorle e Bibione. Un interprete garantisce la comunicazione con i pazienti

Una barriera linguistica in meno tra medico e paziente, un servizio che permette la comunicazione in tempo reale con utenti sordi. Da lunedì 1 agosto l’Ulss10 ha abbattuto l’ultima barriera linguistica tra pazienti e medici. Il tutto mediante l’attivazione di "VEASYT Live!", servizio di video-interpretariato professionale online di lingua dei segni. Grazie a questa novità un interprete di lingua dei segni collegato in videochiamata, da remoto, garantisce in tempo reale la comunicazione tra paziente sordo e medico. La novità è attiva tutti i giorni sino a fine estate, nei punti di primo intervento di Caorle e di Bibione e nel pronto soccorso di Jesolo.

All’arrivo del paziente sordo, rilevata la necessità di comunicare in lingua dei segni, personale dell’accettazione attiva la sessione di video-interpretariato mediante l’utilizzo di un tablet. Dopodiché, in pochi secondi, utente e personale medico hanno la possibilità di comunicare in videochiamata con un interprete di lingua dei segni, il quale ha il compito di trasferire le comunicazioni dal medico al paziente e viceversa. Lo stesso interprete è in grado di supportare la conversazione anche con utenti sordi di nazionalità estera.

A curare il servizio è VEASYT srl, spin-off dell'Università Ca' Foscari Venezia, nato nel 2012 per valorizzare le competenze del dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati, ora una realtà di eccellenza in Italia. Come avvenuto nella rinnovata spiaggia di Nemo, l’azienda intende offrire alle persone con disabilità un servizio di piena inclusione sociale e di grande utilità. Si superano in tal modo le difficoltà di comunicazione di chi ha un deficit uditivo, usa la lingua dei segni e deve spiegare il proprio evento traumatico al personale medico.

"Quando mi è stato proposto questo servizio ero scettico - ha spiegato il direttore generale Ulss10, Carlo Bramezza: poi ho capito l’importanza dell’aiutare queste persone. Dopo la spiaggia di Nemo questo è un altro servizio inclusivo, abbiamo abbattuto una barriera linguistica per poter curare al meglio i pazienti sordi. Un’attenzione che dopo l’estate porteremo anche nei pronto soccorso ospedalieri di San Donà e Jesolo con l’augurio che anche le atre aziende sanitarie possano offrire servizi analoghi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il presidente regionale dell’Ente Nazionale Sordi, Giuliano Boaretti, è entrato in merito alla questione: "Purtroppo la nostra categoria viene spesso ignorata - ha spiegato - quando si parla di abbattimento di barriere si pensa sempre a quelle architettoniche, fisiche, invece è altrettanto importante abbattere quelle linguistiche. Ringrazio il direttore Generale Bramezza per aver capito le nostre esigenze e siamo convinti che questo possa essere un punto di partenza per ampliar tale servizio nelle altre aziende sanitarie del Veneto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un nuovo mini focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Mestre: anziano all'ospedale

  • Gli aggiornamenti sui casi di coronavirus

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Il turismo in Veneto sta andando male, dice Federalberghi

  • Scoperto un traffico di ragazze schiavizzate e costrette a prostituirsi in strada

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento