menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpreso in auto, per scappare ferisce un carabiniere: arrestato

Un 32enne triestino è finito in manette nella notte tra giovedì e venerdì a Portogruaro. Aveva tentato di evitare i controlli dei militari dell'Arma

Due pattuglie dei carabinieri non hanno lasciato loro il tempo di pensare a come evitare i controlli. Per questo un 32enne triestino è stato costretto a usare la violenza per cercare di aprirsi una via di fuga. Tutto inutile: è finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale, dopo aver ferito un militare dell'Arma (in maniera lieve per fortuna) alla mano sinistra. E' accaduto nella notte tra giovedì e venerdì a borgo San Nicolò, a Portogruaro, dove i carabinieri della compagnia della città del Lemene avevano intensificato i controlli in considerazione del fatto che negli ultimi giorni era lievitato il numero di furti in abitazione in quella zona.

Per questo almeno due gazzelle dell'Arma stavano pattugliando il territorio quando in scena è entrata una Skoda Fabia grigia, che subito si è fermata in un'area piuttosto appartata. Evidentemente per rimenere lontana da occhi indiscreti. Una manovra che alle 3 di notte non ha potuto che insospettire le forze dell'ordine, che quindi hanno voluto vederci chiaro. Anche in considerazione del fatto che quella non era una sosta casuale: il motore infatti era stato spento. Subito due pattuglie hanno raggiunto la Skoda, identificando i tre presenti nell'abitacolo. Due non hanno opposto alcuna resistenza, mentre il terzo ha invece dato uno spintone a un agente tentando di scappare.

Una fuga durata pochi metri: il sospetto è stato fermato poco più in là, ma ha continuato a cercare di divincolarsi dalla presa dei militari. Perquisito, nelle tasche aveva una modesta quantità di stupefacente. Nella colluttazione, come detto, un carabiniere è rimasto ferito a una mano, cosicché il 32enne (che era in compagnia di un 27enne di Portogruaro e di un 26enne di San Donà) è finito in manette in attesa della direttissima di venerdì mattina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento