rotate-mobile
Cronaca

Arriva la nuova tessera "intelligente": addio Imob, verrai sostituito

La sperimentazione della card partirà forse dai dipendenti comunali. Su di essa saranno caricati tutti i servizi che Ca' Farsetti offre e dei musei. Si riduce la filiera risparmiando il possibile

Quattro anni possono bastare. L'Imob, l'amata, e spesso odiata, tessera elettronica per vaporetti e autobus andrà in pensione prima di essere arrivata al primo lustro di vita. Vecchia, o comunque meno performante rispetto a una nuova carta che verrà sperimentata dai dipendenti comunali. L'imob, infatti, verrà sostituito con una tessera che oltre a biglietti e abbonamenti potrà contenere anche altre informazioni, come gli ingressi ai musei o in palestra.

Tutto finirà nel grande "cervellone" centrale, fornito da Venice Connected, e sarà gestibile (forse) anche attraverso smartphone, palmari e pc. Un dettaglio è certo: non si chiamerà più Imob. Serve, e questo è un punto su cui l'ufficio marketing di Avm (la holding della Mobilità) punta molto, un nome più riconoscibile e rappresentativo della città. Potrà essere utilizzata per tutti i servizi che il Comune offre, in modo da agevolare i cittadini e, soprattutto, risparmiare il più possibile. Meno anelli della "filiera" e quindi minori costi.  


Tutto verrà gestito attraverso il numero identificativo, caricando informazioni e servizi sulla piattaforma digitale del Comune. Di certo non si tornerà indietro al biglietto cartaceo, altrimenti gli investimenti precedenti sarebbero stati intrapresi per nulla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la nuova tessera "intelligente": addio Imob, verrai sostituito

VeneziaToday è in caricamento