menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tendoni rossi del mercato di Rialto da togliere, dal Comune 240mila euro

La Soprintendenza e la Procura avevano intimato a Ca' Farsetti la riqualificazione, poiché erano posizionati su degli edifici vincolati

I tendoni rossi considerati abusivi dalla Soprintendenza saranno rimossi e gli arredi della Pescheria a Rialto saranno riqualificati. La Giunta comunale di Venezia, infatti, durante la seduta di venerdì, su proposta dell'assessore ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, ha approvato lo studio di fattibilità che dovrà portare a una messa a norma dell'intera area. 

L'intervento riguarda la parte sottostante l’immobile “Pescherie Vecchia e Nuove di Rialto”, di proprietà comunale, adibita al mercato giornaliero del pesce, e consisterà nella rimozione dei teli da tempo installati a copertura dei banchi del mercato, privi delle necessarie autorizzazioni. I teli, che contribuiscono in modo determinante alla tutela delle condizioni di igiene, tenendo lontano i volatili e proteggendo gli stalli dal sole e in caso di condizioni meteo avverse, saranno sostituiti per garantire il rispetto delle norme igienico-sanitarie e la tutela dei beni architettonici e paesaggistici.

L'importo complessivo dell'intervento è di 240mila euro, soldi recuperati in parte (100mila euro) dal ribasso d'asta per i lavori al ponte di Rialto e in parte (140mila euro) da fondi residui della Legge speciale. Erano state la stessa Procura e la Sovrintendenza a chiedere la rimozione delle tende rosse, abusive perché poste su immobili vincolati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento