Cronaca

Via ufficiale al cantiere per il nuovo sottopasso di Noale

Oggi la simbolica "posa della prima pietra", alla presenza del sindaco Andreotti e dell'assessore regionale De Berti. L'intervento costerà 8 milioni di euro e sarà terminato entro il 2023

Sono cominciati ufficialmente oggi, con la simbolica "posa della prima pietra", i lavori per la realizzazione del nuovo sottopasso di Noale che permetterà, entro la fine del 2023, la soppressione del passaggio a livello di via Ongari.

Il piano degli interventi

Si tratta di un'opera necessaria per la viabilità della città dei Tempesta, finanziata per 8 milioni di euro, che vedrà la ditta appaltratrice, la Veneta 21 di Alpago (Belluno) impegnata per i prossimi 820 giorni (se sarà rispettata la tabella di marcia). Nello specifico, l'intervento principale prevede la realizzazione di un’arteria viaria che collegherà via degli Ongari con la strada provinciale 38 "Mestrina" e un’intersezione a "T" con la viabilità esistente, che permetterà un collegamento con le proprietà intercluse, in particolare con l'oasi naturalistica delle cave di Noale. Il sottopasso avrà un’altezza utile di 4.20 metri ed una sezione stradale che prevederà una corsia di 3 metri e mezzo per senso di marcia, con banchina laterale da 0.50 metri, oltre ad una pista ciclopedonale dedicata di circa 3 metri.

Ristrutturazione del sottopasso in via Valsugana

Allo stesso tempo sarà avviata anche la ristrutturazione del sottopasso di via Valsugana, con la modifica della sezione del manufatto esistente: attualmente presenta una carreggiata larga 6 metri e mezzo, affiancata da due marciapiedi di larghezza media pari a 1.75 metri a ovest e 0.75 a est. Una configurazione critica per l’utilizzo da parte di pedoni e ciclisti, motivo per cui, nel tempo, è rimasto aperto al solo traffico "debole" il passaggio a livello al chilometro 16+132. Gli interventi in programma ridistribuiranno gli spazi interni, per creare un percorso ciclopedonale largo 2 metri e mezzo, che affiancherà sul lato ovest la viabilità, la quale manterrà la propria larghezza (6,50 metri). Al termine dei lavori ci sarà  la chiusura definitiva del passaggio a livello.

Per minimizzare l'impatto dei lavori, il passaggio a livello di via Ongari sarà chiuso solo con il completamento del sottopasso, mentre quello di via Valsugana sarà riaperto anche al traffico veicolare per consentire i lavori di ristrutturazione necessari. «La realizzazione del sottopasso di Noale, con la conseguente soppressione del passaggio a livello, - ha dichiarato oggi la vicepresidente del Veneto Elisa De Berti - rientra in un più ampio programma di interventi per riqualificare, velocizzare e mettere in sicurezza alcune tratte su rotaia. Basta attese al passaggio a livello, basta rischi per il suo attraversamento. È un intervento che promuove anche un tracciato ciclopedonale e quindi una mobilità green a tutto vantaggio del benessere e della salute».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via ufficiale al cantiere per il nuovo sottopasso di Noale

VeneziaToday è in caricamento