Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca San Marco / Piazza San Marco

Souvenir errati, dove sono "piayya San Masca" e "ponte dei Sospisi"?

Nei negozi del centro storico proliferano oggetti di scarsa qualità che storpiano persino i nomi dei monumenti, e i cittadini si indignano

Souvenir da due soldi che storpiano persino i nomi dei monumenti, ecco la nuova denuncia dei cittadini veneziani stanchi di vedere il proprio ineguagliabile patrimonio artistico svenduto come merce da banco. A riportare la notizia è il Gazzettino, che fornisce anche alcuni esempi significativi di come le nuove “cineserie” che hanno invaso la laguna trasformino ogni cosa in una spietata parodia di sé stessa, dal ponte dei “Soapiri” a “Piayya San Masca”.

VENEZIA PER FINTA – Gondole di plastica, borse, tazzine, porta pastiglie e chi più ne ha più ne metta: su ogni tipo di ricordo e soprammobile si può trovare qualche grossolano errore, arrivando persino a targhe attaccate rovesce che riportano la scritta “Venetza”. Tutto a un euro, tutto nei negozietti per turisti che ormai proliferano in ogni angolo del centro storico. Ecco quindi che il ponte dei Sospiri si trasforma in ponte dei “Soapiri” o “Sospisi”, l'area Marciana (tanto la piazza quanto la basilica) si trasforma nel sestiere di “San Masca”, mentre la chiesa della Salute diventa addirittura un'indefinita chiesa del “Sacro Cuore”. Qualcuno se la ride, qualcun altro urla allo scandalo e chiede maggiore protezione, ma di sicuro nessuno sarà più furioso di quei turisti che, tornati a casa con i loro souvenir, scopriranno solo troppo tardi, magari davanti a Google Maps mentre cercano i luoghi visitati da mostrare ai parenti, che “San Masca” non esiste. D'altronde chi cercherà “Venetza” avrà ancora meno fortuna...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Souvenir errati, dove sono "piayya San Masca" e "ponte dei Sospisi"?

VeneziaToday è in caricamento