menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aule sovraffollate nelle scuole di Spinea, fino a 29 alunni assieme

Per la sicurezza potrebbero essercene al massimo 24, ma all'istituto Anna Frank i fondi per creare due classi a modulo non sono sufficienti

Esplode ancora la polemica nelle scuole di Spinea. A far discutere sarebbe la decisione dei dirigenti scolastici di iniziare l'anno scolastico 2013-2014 con quelle che sono già state definite “classi pollaio”, con anche 29 alunni stipati in spazi che, per motivi di sicurezza, potrebbero ospitarne al massimo 22-24. Il comitato genitori non ha tardato a farsi sentire, facendo immediatamente partire le proteste.

IN SOVRANNUMERO – A finire sotto accusa, come riporta il Gazzettino, è l'istituto comprensivo Spinea 2, dove le risorse per il prossimo anno scolastico non saranno sufficienti per formare due classi a modulo alla scuola “Anna Frank”. Le iscrizioni, però, sono state comunque molto numerose e, secondo i genitori, durante l'anno è prassi comune che alle classi si vadano aggiungere ragazzi iscritti “in ritardo”. A “consentire” l'affollamento sarebbero le stesse normative scolastiche: con 29 iscritti non sarebbe possibile formare classi da minimo 15 alunni e si è quindi ripiegato su moduli da 27 e, in un caso, 29 studenti. La legislazione vigente però non consente deroghe sull'affollamento di spazi comuni, che prevedono una superficie pro capite di 1,8 mq. Dai genitori infatti si è levato un coro di proteste, tanto per motivi didattici quanto di sicurezza. La lettera di protesta è già partita, ma quelle che mancano in realtà sono le alternative: a meno di escludere gli ultimi iscritti in via telematica (iscrizioni che hanno già avuto conferma), resta il problema di dove trovare lo spazio necessario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento