Spaccata al centro Tim: infrangono la porta con un veicolo, poi fanno razzia di smartphone

Colpo nella notte al punto vendita di via Bafile a Jesolo Lido. L'allarme è scattato alle 5.20. Sul posto equipaggi della Securvigilar e la polizia, ma i ladri sono fuggiti col bottino

Si sono aperti un varco sfondando la porta d'ingresso, poi hanno puntato dritto agli smartphone di maggior valore. Se non è un colpo da ko quello subito dal centro Tim Tlc Evolution di via Bafile a Jesolo nelle prime ore di venerdì, poco ci manca. In via di definizione il bottino, che potrebbe essere comunque ingente. Se non altro per il fatto che un cellulare di ultima generazione ha un valore di per sé elevato.

Porta infranta con un veicolo

I malviventi non si sono fatti scrupoli, decidendo di agire con le maniere forti. Quale metodo più efficace per infrangere la porta a vetri se non quella di sfondarla con un veicolo? E così è stato. I banditi hanno lanciato contro il negozio una Renaul Clio grigia e, una volta all'interno, hanno mirato subito alla vetrina espositiva contenente i telefoni cellulari, spaccandola e arraffando i dispositivi più costosi, con ogni probabilità quelli più facilmente rivendibili sul mercato nero. Per completare l'opera si sono anche appropriati del fondo cassa. Non hanno lasciato nulla di intentato.

P_20180112_054129_vHDR_Auto (1)-2

Ladri in fuga, indagini in corso

Dopo il colpo, sono scappati a gambe levate con il bottino. Primi ad arrivare sul posto gli equipaggi della Securvigilar, ma dei ladri non c'era già più la benché minima traccia. Ad indagare sulla spaccata c'è il commissariato locale, nella speranza che le telecamere installate in zona possano dare indizi utili per identificare e risalire ai responsabili. Ancora in via di definizione la refurtiva, che potrebbe essere comunque ingente. Si parla di un valore sui 30mila o 40mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento