menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era uno dei componenti della banda dello spaccio tunisina di Marghera, arrestato

Un 35enne tinisino è finito in manette domenica sera nella città giardino grazie a un controllo dei carabinieri. Nei suoi confronti c'era anche un divieto di dimora a Venezia

E' stato individuato durante un controllo di routine a Marghera e a incastrarlo è stato il fatto che non avrebbe dovuto trovarsi a Marghera, visto il divieto di dimora che gli era stato notificato nei mesi scorsi. Domenica un 35enne tunisino è stato arrestato nella città giardino su ordinanza di custodia cautelare in carcere: è accusato di aver fatto parte della banda di spacciatori disarticolata nell'aprile scorso dai carabinieri, dopo lunghe indagini.

Banda di spacciatori

Si trattava di un sodalizio che vendeva anche eroina nascondensosi in alcuni edifici abbandonati della città: il loro giro era piuttosto esteso e i cellulari (come è stato possibile intuire anche in conferenza stampa, visto che sono stati sequestrati) non smettevano mai di suonare. Segno che erano diventati punto di riferimento per una certa "clientela".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento