rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Quarto d'Altino / Via Giovanni Pascoli

Si accompagna a un'italiana per non dare nell'occhio, pusher arrestato

K.M., 25enne di nazionalità tunisina, il 14 settembre scorso è stato sorpreso nella zona industriale di Quarto d'Altino con cento grammi di eroina. Alla guida dell'auto una 23enne di Marghera

Si sono appostati e in pochi giorni li hanno arrestati. Un rapida azione dei carabinieri del Nucleo operativo di San Donà, con i colleghi del Nucleo investigativo di Venezia, ha condotto alla cattura di due giovani che trasportavano, a bordo di una Peugeot, circa cento grammi di eroina.

LE INDAGINI - Da alcuni giorni erano stati segnalati dei movimenti sospetti nell’area industriale di Quarto d’Altino lungo la via Pascoli, arteria che conduce all’uscita dell’autostrada Venezia-Trieste. Era stato segnalato, da parte di alcuni cittadini, che soprattutto nelle ore serali, vi era il periodico transito di una autovettura i cui occupanti si incontravano con altre persone, che si trovavano già in loco ad attendere. Presumendo che potesse trattarsi di incontri fissati allo scopo di cedere stupefacente ad alcuni utilizzatori, i militari hanno iniziato, la sera del 14 settembre, un servizio di osservazione.

 

L'AVVISTAMENTO - L’attesa è stata molto breve, infatti, verso le 20 è stata vista arrivare una Peugeot 307 condotta da una ragazza, con a fianco un uomo che, dai caratteri somatici, appariva essere un nord africano. La lunga esperienza dei militari ha subito fatto scattare la molla del sospetto, non è raro, infatti, che alcuni stranieri dediti allo spaccio di stupefacenti si facciano accompagnare da cittadini italiani per compiere i loro traffici illeciti, nella convinzione di passare inosservati.

 

LA DROGA - Immediato il controllo che ha confermato la giusta intuizione, infatti, lo straniero, K.M., 25enne, tunisino e clandestino, è stato trovato in possesso di 100 grammi di eroina costituita da un blocco solido, che teneva occultati in un borsello. La ragazza che era alla guida, invece, B.A., 23enne di Marghera, è stata trovata in possesso di un involucro contenente un grammo della stessa sostanza.

 

L'ARRESTO - I due sono stati arrestati in flagranza per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il pubblico ministero ha disposto i domiciliari per la ragazza e il carcere per il 25enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si accompagna a un'italiana per non dare nell'occhio, pusher arrestato

VeneziaToday è in caricamento