Era pronto per scappare all'estero, pusher 33enne in manette a Cona

Il blitz della polizia domenica verso le 19. Nell'abitazione di V.G.B.C., di nazionalità belga, circa 160 grammi di marijuana. L'uomo rubava anche l'energia elettrica a un vicino di casa

Aveva già fatto i bagagli e incellofanato alcuni mobili. V.G.B.C., 33enne di nazionalità belga ma residente da qualche mese a Cona, è stato arrestato domenica sera per detenzione di droga ai fini di spaccio e furto aggravato. Ancora qualche ora e sarebbe partito per l'estero, visto il passaporto e le valige "a portata di mano". Gli agenti del commissariato di Chioggia, dopo alcune settimane d'indagini basate su alcune segnalazioni, verso le 19 si sono appostati di fronte all'abitazione singola in cui si trovava l'uomo. Accertato che non ci fossero ospiti, i poliziotti hanno deciso per il blitz.

All'interno dell'abitazione, come sospettato dalle forze dell'ordine, sono stati trovati 160 grammi di marijuana pronta per essere venduta. Tutto lo stupefacente era nascosto in soggiorno, parte in una scatola di plastica sopra un comodino, parte in un piccolo involucro di cellophane, parte in una busta trasparente all'interno della canna fumaria. Con ogni probabilità anche questi "bagagli" avrebbero seguito l'uomo nel suo viaggio all'estero.

Gli agenti hanno sequestrato anche un macinino per la triturazione della marijuana, con ancora alcuni residui dello stupefacente, e una bilancia elettronica di precisione. V.G.B.C. dovrà rispondere anche di furto aggravato. I poliziotti, infatti, al momento dell'irruzione hanno staccato il contatore principale dell'energia elettrica, ma le luci rimanevano comunque accese. Segno che l'uomo l'energia la rubava attraverso qualche allacciamento abusivo a un vicino di casa, ora in corso di identificazione dai tecnici dell'Enel.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento