menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La merce contraffatta sequestrata a Jesolo

La merce contraffatta sequestrata a Jesolo

Il "carico grosso" negli slip, pusher preso con la droga nelle mutande

Due spacciatori denunciati venerdì dalla Municipale a Jesolo. Il giorno seguente sequestri e vu cumprà nei guai sulla strada per la spiaggia

Non c'è solo la lotta al commercio abusivo sul litorale di Jesolo, c'è anche tutto il resto. E se nei giorni scorsi due cittadini di nazionalità senegalese sono finiti in manette da parte della polizia con l'accusa di rapina impropria (uno dei due sarebbe un profugo ospitato in una comunità vicentina), venerdì pomeriggio è stata la volta di due pusher essere denunciati per detenzione di sostanze stupefacenti. A intervenire sono stati gli agenti della polizia municipale che stava effettuando dei controlli in piazza Aurora. Dietro l'anfiteatro due giovani magrebini avevano appena scambiato droga con un acquirente. Poi tutti e tre alla vista degli agenti hanno cercato di scappare. Uno verso la spiaggia, gli altri due dalla parte opposta.

I due, non avendo documenti al seguito, sono stati accompagnati negli uffici del Comando per gli accertamenti di rito e per essere fotosegnalati. Di nazionalità tunisina, di 20 e 22 anni, avevano precedenti specifici. All'interno degli slip uno dei due nascondeva due panetti di hashish da 20 grammi ciascuno già suddivisi in listelle da circa un grammo, pronte per essere vendute. Per entrambi è scattata una denuncia per spaccio.

La lotta all'abusivismo commerciale, invece, è scattata alle prime ore della mattina di sabato. Non solo sulle spiagge. La polizia municipale si è posizionata anche sulle principali arterie stradali del territorio con l'obiettivo di intercettare auto con a bordo cu cumprà con i rifornimenti di merce per il litorale. Cinque gli equipaggi entrati in azione, per un totale di dodici agenti. A bordo di un veicolo sono state sequestrate borse contraffatte delle marche più note. I tre occupanti del veicolo, di nazionalità senegalese, è scattata la denuncia per detenzione di merci con segni falsi. Nel mirino anche le fermate degli autobus: in questo frangente sono stati fermati due venditori abusivi che avevano due borsoni con merce irregolare.

Naturalmente anche la spiaggia è stata passata al setaccio. In un caso due venditori abusivi hanno cercato "salvezza" in acqua all'altezza della spiaggia del faro, ma grazie alla collaborazione di un privato che ha messo a disposizione un motoscafo, entrambi sono stati identificati e la loro merce è stata requisita. Il bilancio dei controlli parla di 5 persone fermate e denunciate perchè non regolari sul territorio nazionale e quindi sottoposte ai rilievi fotosegnaletici; di altre 3 persone denunciate per detenzione di merci con segni falsi delle più note marche e di 14 verbali redatti per complessivi 2.225 pezzi di merce posta sotto sequestro.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento