menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minore spaccia vicino al Sert di Chirignago, 16enne in manette

Un baby pusher di nazionalità albanese è stato arrestato in via Calabria dai carabinieri. In casa 200 grammi di marijuana e 500 euro in contanti

Giovane ma già spacciatore fatto e finito. Sedici anni, quasi diciassette. Si posizionava nelle vicinanze del Sert di via Calabria a Chirignago e cercava di vendere marijuana anche a quanti della droga cercavano di disintossicarsi. I carabinieri della stazione di Spinea gli erano alle calcagna da una decina di giorni finché mercoledì pomeriggio verso le 16 il giovane pusher, di nazionalità albanese, non è stato colto in flagrante.

Essendo senza patente si muoveva necessariamente a piedi, senza allontanarsi mai dai luoghi di "lavoro", come il parco del Piraghetto e il parco Rodari. I militari lo hanno visto contrattare con quattro persone a bordo di una Golf all'incrocio con via Calabria. Lui a lato strada, parlando attraverso il finestrino aperto del veicolo, gli altri interessati a quanto aveva da offrire. Una volta però che l'auto dei carabinieri è arrivata, i presunti clienti sono scappati via pigiando il piede sull'acceleratore, mentre il baby pusher è rimasto da solo.

Bloccato e perquisito, nel marsupio aveva 15 grammi di marijuana e un centinaio di euro in contanti. Con ogni probabilità l'incasso di giornata. Inevitabili le manette per il giovane, tanto più che nella sua abitazione, sempre di Chirignago, i militari hanno seguestrato altri duecento grammi di droga. Erano nascosti in una valigetta che il 16enne custodiva con attenzione nella propria camera da letto, evitando che la madre la scoprisse. Al termine dell'operazione sono stati requisiti al ragazzo circa cinquecento euro, ritenuti provento di spaccio. Lo spacciatore ora si trova rinchiuso nel carcere minorile di Treviso. Le indagini continuano per scoprire il livello superiore della piramide della droga. L'arrestato, infatti, doveva necessariamente appoggiarsi a qualche fornitore per continuare la sua attività illecita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento