menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciatore ancora minorenne “pizzicato” in piazza Mazzini

Gli agenti del commissariato di Jesolo hanno scoperto un 17enne di Castelfranco mentre si accordava per uno scambio di marijuana con una coppia in centro

Stava passando delle dosi di marijuana ad alcuni “clienti”, ma non sapeva che a marcarlo stretto c'erano gli agenti del commissariato di Jesolo, in quel momento proprio a caccia di pusher e criminali. Eppure il ragazzo fermato mercoledì dai poliziotti non era uno spacciatore come gli altri: a dispetto della sua prontezza di riflessi davanti ai distintivi, infatti, il giovane non aveva neppure 18 anni.

BUTTA VIA TUTTO – I poliziotti stavano controllando i dintorni di piazza Mazzini quando hanno notato il ragazzino che confabulava con una coppia con fare sospetto. Quando gli agenti si sono avvicinati lo spacciatore ha cercato di liberarsi di alcuni piccoli involti, subito però recuperati dalle forze dell'ordine: erano sei dosi di marijuana pronte per la vendita, che sommate a quanto il giovane continuava a nascondere addosso risultavano in 7,6 grammi di stupefacente.

I CONTROLLI – Il ragazzino, un 17enne nato a Castelfranco Veneto (in provincia di Treviso), ha subito confessato alla polizia di essere in vacanza da un amico e gli agenti hanno quindi deciso di estendere i controlli anche all'appartamento dove era ospitato. Una volta lì è stato lo stesso giovane trevigiano a tirare fuori dalla valigia per consegnarlo ai poliziotti un sacchetto in stoffa contenente cinque sacchettini in cellophane bianco, tutti pieni di “erba”; in totale erano 5,1 grammi. Il 17enne è stato quindi accompagnato negli uffici di via Aquileia, dove sono stati contattati i suoi genitori e dove gli è stato comunicato che il suo caso sarebbe passato al tribunale del Minori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento