Cronaca San Polo

San Polo, nei bar per vendere coca preso pusher con le "tasche piene"

Un 47enne veneziano venerdì sera aveva già raccolto mille euro in contanti. Sequestrate venti dosi. Incastrato dai poliziotti in borghese

Nei locali non ci andava certo per bersi lo spritz del venerdì sera. No. Nei bar in sestiere San Polo un 47enne veneziano ci andava per affari. Per droga. Peccato (per lui) che sulle sue tracce ci fossero gli agenti del commissariato San Marco in borghese, che fin dalla prima tappa del "tour" si sono messi alle sue calcagna senza destare sospetti. Casualmente l'uomo finito nel mirino delle forze dell'ordine frequentava per pochi minuti solo esercizi noti per essere "visitati" da tossicodipendenti.

Pochi minuti tra gli avventori, magari lontano da occhi indiscreti, e poi la cessione della droga. Del resto S.L. era già noto per i suoi precedenti connessi allo spaccio. Il pedinamento è iniziato poco dopo le 21.30 per poi concludersi poco dopo con una perquisizione. All'interno dello zaino sono state sequestrate venti dosi già confezionate di cocaina. In tasca, invece, già mille euro in contanti. Segno che la serata era stata molto redditizia. Inevitabili per il 47enne le manette e il suo trasferimento nel carcere di Santa Maria Maggiore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Polo, nei bar per vendere coca preso pusher con le "tasche piene"

VeneziaToday è in caricamento