rotate-mobile
Cronaca Dorsoduro / Campo Santa Margherita

Vendono droga sotto gli occhi dei carabinieri in campo Santa Margherita

Due giovani pusher di origine sudanese, uno di 24 e l'altro di 30 anni, sono finiti in manette con l'accusa di spaccio dopo essere stati colti in flagrante nella tarda serata di lunedì

Non sapevano che quelle due persone vestite in abiti civili erano carabinieri in incognito. Senza pensarci su hanno tirato fuori la droga e l'hanno venduta a un paio di acquirenti, sotto gli occhi dei militari, appostati poco lontano in campo Santa Margherita. In manette sono finiti due pusher, entrambi di nazionalità sudanese e residenti in terraferma. Il primo di 24 anni, il secondo di 30.

Le forze dell'ordine li stavano tenendo sotto controllo da giorni, avendo ricevuto qualche "soffiata" dalla gente che bazzicava la zona. I due giovani in tarda serata di lunedì si erano posizionati in un punto strategico della piazza. Subito dopo venivano raggiunti da diversi ragazzi, che sapevano bene cosa la coppia poteva offrire.

Quando gli si sono avvicinati due giovani veneziani, di cui uno noto consumatore di sostanze stupefacenti, i carabinieri hanno assistito alla compravendita. Poi sono intervenuti: gli acquirenti erano entrati in possesso di mezzo grammo di cannabis, pagato dieci euro. I due spacciatori, perquisiti, avevano con sé circa 20 grammi di marijuana, divisi in 13 dosi, ciascuno dei quali veniva proposto a 20 euro. Sequestrato anche un centinaio di euro in banconote di piccolo taglio, probabile provento di spaccio.


Inevitabili le manette per i due pusher, accompagnati al carcere di Santa Maria Maggiore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendono droga sotto gli occhi dei carabinieri in campo Santa Margherita

VeneziaToday è in caricamento