menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina in tutto il litorale, due giovani nei guai a Jesolo

Il controllo dei carabinieri a maggio 2011, poi le indagini e la ricostruzione del giro di spaccio da 500 grammi di stupefacente in sei mesi. M.S., 27enne albanese, è finito in manette

Erano stati sorpresi a maggio 2011 con della cocaina in auto. Ora, dopo un anno e mezzo di indagini, i carabinieri li hanno arrestati. Due giovani di nazionalità albanese, infatti, venerdì sono stati rintracciati a Jesolo, loro paese di residenza, dai carabinieri: M.S., 27enne, è stato accompagnato al carcere di Santa Maria Maggiore, ad A.G., 26enne, è stato invece notificato il divieto di dimora nella località marittima. Le indagini, infatti, hanno rivelato che il giovane aveva avuto nei primi mesi del 2011 un ruolo marginale nello smercio di cocaina sul litorale. Un terso soggetto è tornato in Albania: in questo momento gli inquirenti stanno richiedendo l'internazionalizzazione del provvedimento restrittivo nei suoi confronti, in modo che le manette possano essere strette anche attorno ai suoi polsi.


I tre erano caduti "vittima" di un controllo dei militari del nucleo operativo e radiomobile di San Donà di Piave. Nel loro veicolo c'erano alcuni grammi di cocaina suddivisi in dosi, destinate con ogni probabilità ai residenti del litorale e ai "pendolari delle spiagge" che iniziavano a raggiungere il mare nel fine settimana. Sono seguiti accertamenti e intercettazioni, finché gli inquirenti non sono riusciti a ricostruire con precisione il giro di spaccio dei tre. Da dicembre 2010 a maggio 2011 sono state ricostruite cessioni per 500 grammi totali di cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento