Fossò: indagini su una giovane morta di overdose, ricostruite 5mila cessioni di droga

I carabinieri in anni di indagini hanno ricostruito numerose compravendite. Individuati due spacciatori. Da loro si riforniva un operaio che spendeva tutti i soldi per lo stupefacente

Hanno indagato i carabinieri di Vigonovo

Indagini che hanno permesso di accendere un faro sul consumo di droga in Riviera del Brenta (e anche nella zona di Piove di Sacco). Accertamenti che hanno mostrato come, per esempio, lo stipendio di un operaio a tempo indeterminato se ne andasse quasi interamente per acquistare cocaina da due spacciatori finiti nel mirino attraverso un'inchiesta aperta nel 2015 dopo la morte per overdose di una 28enne di Fossò.

Due spacciatori, migliaia di cessioni

E' stato da quella tragica vicenda che i carabinieri della stazione di Vigonovo hanno iniziato a indagare in maniera certosina, partendo dall'esame di alcuni tabulati telefonici. Il cerchio si è stretto attorno a un 28enne di nazionalità tunisina, attualmente detenuto in carcere a Padova sempre per spaccio, e a un suo connazionale 34enne. Il primo, come disposto dal gip del Tribunale di Venezia, è stato raggiunto da obbligo di dimora in provincia di Venezia e da obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria con divieto di uscire dall'abitazione in orario notturno, il secondo, invece, non potrà dimorare nella provincia lagunare e nemmeno in quella di Padova. Anche per lui obbligo di firma e divieto di uscire la notte.

Una marea di droga

Questi i risultati di indagini scattate a settembre 2015 e rese difficoltose dai differenti nominativi che i due sospetti utilizzavano per la propria attività (anche durante i controlli delle forze dell'ordine). Sono stati ascoltati 32 assuntori di cocaina, tutti delle Riviera del Brenta e del Piovese, e censite 5mila cessioni di stupefacente dal 2013 al 2017. Uno spaccato preoccupante di una realtà che non accenna a ridimensionarsi, anche con esiti tragici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Maltempo, allagamenti e spiagge distrutte lungo la costa veneziana

  • L'outlet di Noventa si fa ancora più grande e strizza l'occhio ai giovani

Torna su
VeneziaToday è in caricamento