menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Usa lo spray al peperoncino contro i carabinieri, pusher arrestata

Una 23enne domiciliata a Caorle è finita in manette giovedì sera per spaccio dopo una breve fuga. In tasca nascondeva 7 grammi di eroina

A un certo punto, di ritorno dal viaggio a Mestre in autobus, si è trovata di fronte i carabinieri in via Traghete. Un possibile controllo che non aveva messo in preventivo, lei che di certo in tasca aveva qualcosa che "scottava". Una 23enne originaria di San Giorgio in Bosco ma domiciliata a Caorle, infatti, in tasca aveva dieci dosi di eroina, per complessivi sette grammi. Una quantità che difficilmente poteva essere destinata solo a lei.

Fatto sta che per evitare le manette la giovane all'improvviso giovedì verso le 19 ha tirato fuori dalla tasca una bomboletta di spray al peperoncino nebulizzando parte del contenuto verso gli agenti, in modo da guadagnare la fuga. Per sua sfortuna, invece, la "nuvola" non ha investito i militari, che l'hanno bloccata subito dopo. Per lei un arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento