rotate-mobile
Cronaca Caorle

Spaccio a Caorle e materiale pedopornografico: quattro minorenni in arresto

I carabinieri hanno scoperto un giro di marijuana e hashish gestito da una "baby gang" nel periodo estivo. Oltre agli arresti, hanno effettuato 8 perquisizioni

Quattro adolescenti sono finiti in arresto ieri, 1 aprile, con l'accusa di aver costituito un gruppo dedito allo spaccio di stupefacenti. Gli accertamenti sono iniziati a novembre 2021, quando un primo episodio scoperto dai carabinieri di Caorle aveva dato l'impulso ad un'indagine più approfondita: nel tempo i militari dell'Arma hanno scoperto l'esistenza di un ampio giro di spaccio di hashish e marijuana che durante l'estate aveva rifornito il litorale di Caorle. I pusher, come ricostruito dalle indagini, ricevano le ordinazioni tramite social network e poi si accordavano per la vendita.

Gli arresti sono stati effettuati tra il Veneziano e l'Alto Adige da parte dei carabinieri della compagnia di Portogruaro coadiuvati dai colleghi del comando provinciale di Bolzano. I minorenni sono stati collocati in comunità. Tre di loro sono accusati di associazione a delinquere, il quarto solo di detenzione ai fini di spaccio. Alcuni di loro, inoltre, sono indagati per detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico. I carabinieri hanno anche eseguito 8 perquisizioni in casa di altrettanti ragazzi, sempre minorenni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio a Caorle e materiale pedopornografico: quattro minorenni in arresto

VeneziaToday è in caricamento