menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mani bucate" in discoteca, in casa aveva un "tesoretto" di cocaina

Un gruppo di stranieri, notati a Bibione perché abituati a non badare a spese, è stato perquisito. Uno di loro nascondeva 600 grammi di "coca"

Oltre mezzo chilogrammo di cocaina è stato sequestrato dai carabinieri di Portogruaro che hanno arrestato un giovane albanese. Il sequestro è avvenuto nell'ambito dei controlli nei locali notturni del litorale svolti dai militari in abiti civili.

LA "SOFFIATA" - Gli investigatori avevano ricevuto indicazione dagli addetti di un disco club di Bibione dell'assidua presenza all'interno del locale di un gruppo di albanesi che spendeva senza molti problemi. Seguiti in modo riservato sino all'uscita, gli albanesi sono stati controllati da una pattuglia della stazione di Bibione che ha poi perquisito la loro auto trovando una modica quantità di cocaina e 1.600 euro in contanti. Successivamente le perquisizioni sono state estese anche alle abitazioni degli albanesi, sparse tra Portogruaro, Concordia Sagittaria, San Michele al Tagliamento e Fossalta di Portogruaro. In quest'ultima località, nella frazione di Vado, sono stati trovati nella casa di T.G., 20 anni, 611 grammi di cocaina assieme ad altre sostanze chimiche che, se fosse stata venduta, avrebbe reso allo spacciatore oltre 30.000 euro. Il ragazzo è stato portato in carcere a Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento