menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina: in carcere un altro componente della banda smantellata a luglio

La rete era attiva tra le province di Venezia e Treviso. Stamattina i carabinieri hanno arrestato un 48enne, pusher "professionista"

In luglio erano stati arrestati quattro pusher, tutti trevigiani, ritenuti responsabili di un giro di spaccio di cocaina attivo in un vasto territorio a cavallo tra le province di Venezia e Treviso. Stamattina i carabinieri di Marcon hanno dato seguito a quell'operazione arrestando un'altra persona, S.E., 48enne italiano residente a Casale sul Sile, in esecuzione di una misura cautelare di carcerazione disposta dal gip del tribunale di Treviso.

Secondo le indagini dei carabinieri l'uomo ha praticato l'attività di spaccio per lungo tempo, almeno dal 2010. Sono arrivati a lui dando seguito all'operazione di luglio e continuando a raccogliere testimonianze, ad analizzare tabulati telefonici e ad effettuare pedinamenti: molti di questi elementi hanno portato al 48enne, il quale spesso vendeva la cocaina sotto la propria abitazione oppure nel parcheggio di un ristorante attiguo.

Il giro di affari, secondo i carabinieri, era cospicuo: basti pensare che è stata dimostrata la cessione di cocaina ad almeno dieci clienti con cadenza settimanale, portato avanti per anni. Di fatto era questo il "lavoro" del trevigiano e la sua unica fonte di sostentamento: formalmente era disoccupato e incensurato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento