rotate-mobile
Cronaca Mira / Malcontenta

Eroina da Padova a Malcontenta, spaccio tra giovanissimi

Le indagini dei carabinieri di Mira sono partite dai clienti per stanare il gruppo di tre pusher tunisini e marocchini: roba destinata alla Riviera

Eroina per i giovanissimi in partenza e in arrivo dal parco di Malcontenta. Un solido traffico stroncato dai carabinieri veneziani attraverso le indagini tradizionali: pedinamenti, controlli, perquisizioni saltuarie, piccoli interrogatori, soffiate e analisi delle diverse piste. In manette è finito un gruppo di tre spacciatori di origine marocchina e tunisina, tra cui anche un 19enne, ma nel corso del blitz al parco sono stati anche pizzicati tre giovani clienti, già segnalati alla Prefettura.

Tutto è partito dal monitoraggio degli spostamenti di uno degli spacciatori della banda e dai suoi potenziali clienti: l'approvvigionamento della roba avveniva fuori provincia, e prevalentemente nella piazza di Padova. La base dello smercio era stata individuata in un'area defilata dal centro cittadino di Mira, la zona verde pubblica di Malcontenta. Nella tarda serata di ieri, poi, la svolta: durante l'ultimo controllo, i militari hanno notato un traffico anomalo: prima i contatti con svariati clienti, l’allontanamento per qualche ora, in treno, in direzione Padova, e il successivo rientro per consegnare la merce al parco. A quel punto è scattato il blitz: perquisizione dei clienti e dei potenziali spacciatori, che ha portato al sequestro di alcune dosi e 1300 euro in contanti.

I tre pusher, arrestati, sono stati accompagnati in caserma e poi trasferiti in carcere a disposizione della magistratura per il processo. Ora sono in corso ulteriori accertamenti per identificare eventuali altri complici e chiarire la portata del giro di spaccio, visto che, sulla base delle indagini, porrebbe portare prevalentemente alla Riviera del Brenta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eroina da Padova a Malcontenta, spaccio tra giovanissimi

VeneziaToday è in caricamento