menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spendevano la paghetta di mamma e papà in massaggi erotici

I genitori si sono trasformati in investigatori privati. Hanno pedinato i figli ed hanno scoperto che i 50 euro settimanali venivano spesi in centri massaggi

Trasformarsi da semplici genitori in investigatori privati. L'hanno fatto alcuni papà e mamme di Jesolo e San Donà. Come riporta La Nuova Venezia, i genitori, in apprensione per la vita privata dei figli, hanno deciso di seguirli per capire come e dove passavano il loro tempo libero.

La paghetta settimanale finiva dritta dritta nei centri massaggi dove, tra oli profumati, luce soffusa e mani che ben presto scendevano in zone non consone ad un massaggio professionale, i ragazzi passavano i pomeriggi.

LMestre, centri massaggi cinesi febbraio 201L'universo dei massaggi hot nel Veneziano è un mondo in continua evoluzione. Periodicamente arrivano i sigilli da parte delle forze dell'ordine in centri che più che curare il mal di schiena danno attenzioni al "lato A" (DETTAGLI), ma la comunità che cerca questo genere di piacere è sempre ben informata sulle nuove aperture.

Ora anche i genitori si sono messi sulle tracce dei loro figli, spesso disoccupati. Va bene la paghetta, ma evidentemente pagare al proprio figlio una prostituta è troppo anche per il genitore più amorevole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento