Ancora spose bambina a Marghera Una 14enne tolta alla sua famiglia

La vicenda somiglia a quella della 13enne macedone venduta due anni fa. Una 14enne rom rifiutava le nozze con un uomo molto più vecchio

Ancora una sposa bambina. Ancora a Marghera. Una quattordicenne che si ribella alle usanze secolari della propria famiglia e chiede di essere leii ad avere il controllo della propria vita. Niente di più. Come riporta il Gazzettino, a distanza di due anni dal caso della ragazzina macedone venduta per poche migliaia di euro a un potente clan, in modo da aumentare il proprio "peso" e la propria autorevolezza. In quel caso la giovane venne rinchiusa in casa, seviziata e ripetutamente violentata, finché l'incubo non si concluse con la fuga della malcapitata dai suoi aguzzini. Da quell'appartamento che per quattro mesi era diventato la sua prigione, di cui spesso era stata costretta a guardare il muro in piedi per notti intere.
 
Il copione ai giorni nostri non prevede invece prigionie o colpi proibiti, bensì una violenza psicologica praticata da genitori, fratelli e zii, di etnia rom, nei confronti di una 14enne destinata in sposa a un uomo molto più vecchio di lei. Di una decina d'anni. Non capivano perché la fanciulla non intendeva dar seguito agli accordi presi, mettendo il nucleo famigliare in difficoltà. Una volta che i servizi sociali del Comune, che già seguivano a prescindere la realtà della famiglia, sono venuti a sapere della vicenda della sposa bambina, sono subito intervenuti. La giovane è stata tolta ai genitori ed è stata portata in comunità. Dove verrà seguita da personale specializzato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento