rotate-mobile
Cronaca Tessera

Passo in avanti per lo stadio nuovo Acquistati 22 ettari a Tessera

Operazione finanziaria da sei milioni di euro, Korablin ha comprato da un privato i terreni vicino alla tangenziale. Il modello è lo stadio del Nizza

La firma era attesa da settimane, ora è finalmente arrivata. Il presidente del Venezia Yuri Korablin ha messo nero su bianco, acquistando i terreni di Tessera necessari per la costruzione del tanto agognato nuovo stadio. Come riporta La Nuova Venezia, i terreni in questioni erano di proprietà di Giulio Sabbadin: si tratta di circa 22 ettari per un’operazione finanziaria da circa sei milioni di euro. La proprietà russa considera questa firma la base su cui fondare il progetto del nuovo impianto, quello che dovrebbe garantire un futuro solido e ricco di soddisfazioni al club arancioneroverde.

L’area è prossima alla tangenziale, Korablin ha opzionato pure sette ettari e mezzo sul lato opposto rispetto alla strada, ma per questa questione le parti dovranno rivedersi. Se la partita dei terreni è praticamente chiusa, adesso si apre quella con il Comune per la realizzazione delle opere. Il sindaco Giorgio Orsoni ha dato vari segnali positivi, ma i tifosi del Venezia sanno bene che in questa vicenda la brutta sorpresa è sempre dietro l’angolo.

La società ha deciso di acquistare i terreni da un privato e non dal Comune, ma a Ca’ Farsetti assicurano che non c’è alcun risentimento per la decisione di Korablin. Il titolare del settore Urbanistica del Comune di Venezia, Andrea Ferrazzi, rimarca la totale disponibilità per una collaborazione proficua e auspica tempi brevi per la realizzazione. Il modello è l'avveniristico stadio del Nizza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passo in avanti per lo stadio nuovo Acquistati 22 ettari a Tessera

VeneziaToday è in caricamento