menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stalker evade per tornare a "puntare" due minorenni di Spinea

Un 22enne dieci giorni fa era finito ai domiciliari per tentato sequestro di persona. E' stato sorpreso ancora vicino ai suoi obiettivi. Ora è in carcere

Era ancora una volta a poche decine di metri da loro. A quanto sembra, il 22enne di nazionalità albanese arrestato dieci giorni fa per stalking e per tentato sequestro di persona, era tornato a "puntare" le due ragazzine che aveva importunato per alcune settimane. Nonostante non potesse uscire di casa, sottoposto agli arresti domiciliari.

L'AGGRESSIONE E IL TENTATO SEQUESTRO

Il giovane, di nazionalità albanese, è stato sorpreso dai carabinieri di Spinea fuori dall'abitazione del fratello, dove avrebbe dovuto trovarsi. Pare che gironzolasse come niente fosse a poca distanza dalle due quindicenni che aveva già aggredito, tentando di trascinarne una nella sua abitazione. Per evitare il ripetersi di quanto era giàà accaduto i militari sono subito intervenuti bloccando l'uomo e portandolo in caserma, dove ha passato la notte in una cella di sicurezza. Un tentativo estremo di fuga alla vista dei militari dell'Arma e poi la resa. Ora il 22enne si trova lontano dalle due malcapitate minori di Spinea, nel carcere di Santa Maria Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento