Cronaca Cona

Incendi nell'abitazione della ex: arrestato stalker

I carabinieri hanno fermato un uomo di 53 anni residente a Cona. È accusato di atti persecutori avvenuti a Noventa Padovana

Ieri, 29 giugno, i carabinieri hanno arrestato il presunto stalker che in due occasioni avrebbe appiccato un incendio all'abitazione della ex, una psicologa che abita a Noventa Padovana. È finito in manette un uomo di 53 anni residente a Cona: deve rispondere di atti persecutori, minacce e incendio doloso.

Gli episodi, come riporta PadovaOggi, risalgono al 16 e al 23 giugno. L'uomo avrebbe agito nel cuore della notte, utilizzando del liquido infiammabile. In un'occasione avrebbe danneggiato l'esterno dell'abitazione, in un'altra avrebbe incendiato un gazebo presente nel giardino. Inoltre avrebbe lasciato scritte con insulti e minacce sulle mura del palazzo e nelle zone circostanti.

Le indagini dell'Arma hanno permesso di arrivare velocemente all'uomo. Il pubblico ministero Roberto D'Angelo, che ha coordinato le indagini, ha concesso una perquisizione a casa del veneziano. Dal sopralluogo sono spuntati oggetti compatibili con i due incendi. La notizia dell'arresto dello stalker, oltre a riportare serenità in quartiere, ha riscosso il consenso del sindaco Marcello Bano e del suo vice Nicola Cannistraci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi nell'abitazione della ex: arrestato stalker
VeneziaToday è in caricamento