rotate-mobile
Cronaca

"Prese mazzetta di 20mila euro per i posti auto", il pm chiede sei anni

Statis Tsuroplis, ex presidente di Ames, è accusato di corruzione: avrebbe venduto dei parcheggi al Tronchetto. "Ne ha pretesa anche un'altra"

Nessuna attenuante, c'è l'accusa di corruzione. Nel mirino dei magistrati finisce Statis Tsuroplis, ex presidente di Ames (società delle farmacie e delle mense scolastiche del Comune di Venezia), che secondo il pm avrebbe preso nel 2009 una mazzetta da 20mila euro in cambio della concessione di posti auto al Tronchetto. Non solo, ne avrebbe pretesa una seconda dello stesso valore, senza però riuscire a ottenerla.

Per il reato sono stati chiesti sei anni di carcere. A consegnare i soldi a Tsuroplis sarebbero stati i due fratelli Poletti, ex patron del Venezia Calcio, imprenditori trentini che sempre secondo la ricostruzione dei magistrati avrebbero agito senza costrizione e dunque concussione. Se la tesi dell'accusa venisse accolta non sarebbero dunque concesse le attenuanti generiche, vista la gravità dell’episodio. La sentenza sarà letta nella prossima udienza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prese mazzetta di 20mila euro per i posti auto", il pm chiede sei anni

VeneziaToday è in caricamento