menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua alta e mareggiate, Ca' Farsetti chiede lo stato di emergenza a Roma

la Giunta ha chiesto al presidente Zaia la dichiarazione di stato di crisi per eccezionale avversità atmosferica. In questo modo si apre la possibilità di contributi ai cittadini

A seguito delle maree eccezionali e delle mareggiate che si sono verificate in città la notte tra il 31 ottobre e il 1 novembre e nella mattinata dell'11 novembre scorsi, la Giunta comunale di Venezia ha deliberato di chiedere al presidente del Veneto Luca Zaia la dichiarazione di stato di crisi per eccezionale avversità atmosferica e alla presidenza del Consiglio dei ministri, il riconoscimento dello stato di emergenza.

Sono questi gli atti che permettono l'apertura delle procedure per l'ottenimento di eventuali contributi da destinare ai privati cittadini e alle attività produttive che avessero subito dei danni, a seguito dei recenti fenomeni di mareggiata e di acqua alta eccezionale.


Per la segnalazione dei danni e per la contestuale richiesta di un eventuale contributo, può essere utilizzata la modulistica scaricabile dalla homepage del Comune e disponibile anche agli sportelli degli uffici relazioni con il pubblico (Urp).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento