rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Nubifragi e raffiche di vento, Zaia dichiara lo stato di emergenza

Il decreto rimarrà "aperto" in attesa che i comuni effettuino le opportune ricognizioni e il censimento dei danni provocati

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha dichiarato lo stato di emergenza regionale a seguito dei violenti nubifragi con grandinate e forti raffiche di vento che, tra ieri e oggi, hanno interessato alcuni comuni delle province di Venezia e Rovigo. Il decreto rimarrà "aperto" in attesa che i comuni colpiti effettuino le opportune ricognizioni e il censimento dei danni provocati dal maltempo a opere pubbliche e ai privati.

«Venezia è l’immagine stessa della nostra storia e per la delicatezza del suo equilibrio ambientale e architettonico merita che questa nuova calamità venga affrontata con la massima tempestività. - spiega il governatore - Non meno importanti sono Chioggia e le altre zone colpite, soprattutto in questi giorni in cui tutta la nostra regione, quella col maggior numero di presenze turistiche a livello nazionale, è una delle mete predilette in tutto il mondo. Ringrazio tutti i volontari e gli operatori al lavoro in queste ore - conclude Zaia - per rimediare ai danni dei nubifragi e restituire rapidamente ai territori le consuete attività».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragi e raffiche di vento, Zaia dichiara lo stato di emergenza

VeneziaToday è in caricamento