menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il distorsore sequestrato

Il distorsore sequestrato

Stava per far razzia in un negozio di vestiti, ladro bloccato in tempo

Un 47enne di nazionalità serba sabato è stato controllato dai carabinieri a Ceggia. In tasca un distorsore di frequenze per i taccheggi

Ha visto i carabinieri e si è dimostrato troppo nervoso. Attirando la loro attenzione. Un 47enne serbo sabato scorso è finito nei guai mentre si trovava a due passi da un negozio di abbigliamento specializzato in marchi prestigiosi a Ceggia. L'uomo si stava con ogni probabilità apprestando ad entrare per fare razzia "armato" di un distorsore di frequenze. Uno strumento in grado di mettere fuori combattimento le barriere elettroniche antitaccheggio.

Tutto d'un tratto, però, sono arrivati i carabinieri, che dopo un controllo al terminale hanno scoperto che quel 47enne era pure destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso nel 2012 dalla Procura di Chiavari per violazione della legge sul soggiorno degli stranieri in Italia. Inevitabili quindi le manette per lui e il trasferimento alla casa circondariale di Santa Maria Maggiore, dove rimarrà recluso per sette mesi e mezzo. I militari ora stanno cercando di capire se il malvivente si sia macchiato di altri taccheggi in zona.

Durante gli stessi controlli i carabinieri hanno fermato, identificato e multato con 150 euro, a norma del regolamento di polizia comunale di Musile di Piave, tre donne, una nigeriana, una bulgara e una romena, che si stavano prostituendo sulla statale Triestina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento